Gutturu Mannu,

Questo Ambito territoriale si estende nei territori di Assemini, Pula, Santadi, Sarroch, Siliqua, Uta e Villa San Pietro, nella Zona di Protezione Speciale  e nel Sito di Interesse Comunitario  (Foresta di Monte Arcosu).

L'area del Parco Naturale regionale del Gutturu Mannu è un territorio di elevato interesse naturalistico e comprende al suo interno la omonima Foresta Demaniale, situata nella parte sud della provincia di Cagliari.
L'intera foresta era compresa nella proposta di Parco naturale del Sulcis ai sensi della L.R. 31/89 in quanto Esteso areale occidentale del cervo sardo. Massicci granitici del Paleozoico dalla tormentata morfologia con valloni alternati a pianori. Vette elevate oltre i mille metri. Ricchissimo di boschi di lecci con frequenza di tassi e agrifogli negli anfratti più remoti; sughere, corbezzoli, filliree arborescenti e lentischi. Macchia mediterranea con erica e corbezzolo arborescente.
Il parco si estende nei territori dei comuni di Assemini, Pula, Santadi, Sarroch, Siliqua, Uta, Villa San Pietro, Domus de Maria, Capoterra e Teulada.

Non meno importante sotto l’aspetto faunistico per le migrazioni stagionali del cervo sardo e del cinghiale. Presenti anche la volpe, il gatto selvatico sardo, la martora, la beccaccia, il colombaccio e picchi rossi. Insediamenti minerari (Pantaleo) e insediamenti archeologici e di antica cultura contadina’. Inoltre ricade nell’area Foresta di Monte Arcosu’ per circa il 70% della sua superficie e per gran parte della sua superficie nell’Oasi permanente di protezione faunistica ‘Gutturu Mannu - Monte Arcosu


Laguna di Santa Gilla

Video saline Contivecchi https://www.eni.com/it_IT/media/dossier/assemini-sardegna.page

La laguna di Santa Gilla è situata nella costa meridionale dell'isola, tra i comuni di Cagliari, Elmas, Assemini e Capoterra e si estende su una superficie di 15.000 ettari, sino alla foce del Fluminimannu e del Rio Cixerri. L'importanza di quest'area non è solamente storica, e quindi legata all’area in cui sorgeva l’antica roccaforte giudicale di Santa Igia: infatti per le sue risorse naturalistiche è tra le più interessanti aree umide dell'Unione Europea. In quest'area di grande interesse floro-faunistico vivono tantissime specie di uccelli alcuni di essi rarissimi: fenicotteri rosa, cormorani, aironi, che hanno fatto della laguna il loro habitat naturale e il luogo prediletto per la riproduzione. Lungo il percorso si trovano alcune postazioni dove gli amanti del birdwatching possono ammirare circa 70 tipi di uccelli ed esplorare l'area senza disturbarli.

Caricamento...
Ops!
Stai utilizzando un broswer che non sopportiamo pienamente. Per favore aggiornalo per un'esperienza migliore.
Il nostro sito funziona al meglio con Google Chrome.
Come aggiornare il broswer